Presentato il libro "Controvento" di Nicola Regina

Pentone, Venerdì 28 Luglio 2017 - 14:32 di Redazione

Si è tenuta nella giornata di ieri a Pentone al "Largo Lea Garofalo", su iniziativa della dottoressa Pugliese Gesuita, Responsabile della casa accoglienza Aliante della Fondazione Città Solidale Onlus, la presentazione del libro "Controvento" di Nicola Regina. Un momento per viaggiare ed aprire la mente verso “altre” culture, “altri” stili di vita, “altri” modi di vivere. aiutando a formare il carattere, a forgiare la propria personalità, a cercare e ricercare se stessi, il proprio ruolo nella società della globalizzazione, a dare un significato alla propria posizione e al proprio ruolo nel “globo”. Nella sua opera Nicola trasmette il desiderio di condividere il suo vissuto, quanto lui voglia che la bellezza e la meraviglia dei suoi incontri, sia in termini di ambiente che in termini prettamente umani, traspaiano dalle sue parole e finiscano con l’arricchire e migliorare la vita di chi lo legge, di chi lo ascolta, di chi lo guarda andare avanti nella “follia” del suo viaggio. Attraverso le sue parole, la sua esperienza, anche chi non può viaggiare, può con la mente e con la concretezza immedesimarsi nel mondo di chi vive in pieno le proprie esperienze perché lo tocca con mani. È una sorta di valore aggiunto all’immaginazione che rende reale e quasi tangibile la bellezza di ciò che ci circonda, di ciò che la natura la prodotto per l’uomo. Nicola vuole, in questo senso, trasmettere la poesia della natura incontaminata, dimensione che va vissuta e rispettata, senza essere violentata e trasgredita. La sua opera ben si sintetizza nelle parole di John Ernst Steinbeck  il quale afferma che  "le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi a fare le persone".  Il viaggio quindi al centro dell’opera di Nicola Regina, un movimento che si apre e “ci apre” al mondo allarga i suoi e i nostri orizzonti, capisce chi è e ci fa capire chi vogliamo essere. Il viaggio ci permette di cambiare prospettiva, di guardare il Mondo con occhi diversi e a saper apprezzare di più le nostre cose. Inoltre unisce "materialmente" il Mondo, poiché permette di avere rapporti fra varie etnie e di confrontarsi con esse. "La vita è un viaggio, e chi viaggia vive due volte", dice Omar Khayyam. Ci sono diversi motivi che spingono l'uomo a viaggiare può essere il bisogno di evadere dalla solita routine, di relax, di "coccole"; oppure è la curiosità a spingere l'uomo ad andare in mete magari poco conosciute, selvagge, per fare nuove avventure e per arricchire le proprie conoscenze. Questa è stata la motivazione che ha spinto Nicola a fare questo lungo viaggio. Con il ricavato del frutto del suo lavoro, chiamato  “Controvento” saranno finanziate le attività e i progetti di Viva La Vida Family.  L’obiettivo sarà quello di supportare la scuola RAHMA in Siria frequentata la 85 BAMBINI tra i 3 e i 10 anni. Oltre confine: una mano tesa ai rifugiati di guerra, scampati dalla morte e internati in Grecia, che cercano una speranza di vita oltre il filo spinato dei campi della dignità offesa e dei diritti negati. Family Village Cambogia: progetto per migliorare le condizioni di vita della nostra grande famiglia.    



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code